"Nadie sabe que te amo... solo mi alma y es muda!"


Recentemente ho scoperto (come ne parlerò più avanti) questi versi di Némer-Ibn el Barud, poeta e scrittore argentino, che mi hanno colpito molto, così li condivido con voi, prima nella lingua originale spagnola quindi nella traduzione italiana, chiedo perdono per gli eventuali errori, non parlo spagnolo per cui uso il traduttore.

"...no somos tan indescifrables
para que Dios no nos lea.
pero Dios es indescifrables
porque no sabemos leer.
Creo que las islas 
son senales que deja la tierra
para que el mar no se extravie.
Creo que huir de mi mismo
es la infidelidad que mas lamento...
Creo que vencerse
es ser el mas fuerte
de los vencidos...
No creo en la perfecciòn
de las cosas.
Creo en la perfecciòn
de los ojos que ven esas cosas.
Nadie sabe que te amo,
solo mi alma y es muda"

"Non siamo così indecifrabili
che Dio non ci leggerà,
ma Dio è indecifrabile,
perché non sappiamo leggere.
Credo che le isole
sono segni che lascia la terra,
perché il mare non sia perduto.
Credo che fuggire da me stesso
è l'infedeltà che più rimpiango...
Credo che scadere 
è essere il più forte dei vinti...
Non credo nella perfezione delle cose.
Credo nella perfezione 
degli occhi che vedono queste cose.
Nessuno sa che ti amo,
solo la mia anima ed è muta"

Commenti